Adatto Massimiliano Allegri Alla Juventus?

Perché la «vecchia signora» così pigro ha dato il via? Dalla squadra sono andati Arturo Vidal, Carlos Tevez e Pirlo. Tuttavia, Allegri fortunato: a sua disposizione ancora i giocatori con un carattere forte. Patrice Evra – rispettato da tutti un veterano che sa come essere il capitano.
Non dimentichiamo uno dei più grandi leader del calcio moderno Gianluigi Buffon. Buffon era fuori di sé dalla rabbia dopo la sconfitta contro il Sassuolo, come testimonia la sua intervista, in cui ha chiamato il gioco «la Juve» «inammissibile» decente «provinciale del club».

Tale reazione acuta – insieme con le parole di Andrea Barzagli, Claudio Marchisio e Giorgio Chiellini – è stata la probabile causa della rinascita della squadra.
Purtroppo, e qui tutti i restanti capi poco a poco andrà via. Barzagli pensa termine della carriera, ma Buffon esce dal calcio dopo la Coppa del mondo 2018 in Russia.
Certo, loro possono sostituire il giovane Paulo Dybala, Stefano e Daniele Farneticazioni, ma la loro qualità di leadership rimangono incerte. Senza veterani reparti Allegri potrebbe tornare .

Non possiamo dimenticare voci sul futuro di Massimiliano Allegri alla squadra. Questa settimana ha dovuto respingere i MEDIA, che fare una partita in «Chelsea», e questo non è l’unico club interessato a servizi italiani. Nel mese di dicembre, al posto di «Chelsea» è «Manchester United», e presto si può tranquillamente prevedere le grida che egli cambierà il Conte sulla panchina della nazionale italiana.

Tuttavia, è ancora troppo presto per preoccuparsi del futuro di Allegri alla squadra. I giocatori della Juve hanno già dimostrato che non si spaventano di coaching rimescolamento.
Così è accaduto che per ora Allegri è il momento perfetto. La sua squadra migliore in Italia, in grado di resistere praticamente a qualsiasi club europeo. Ha la giusta combinazione di forti classifiche e i giovani talenti, e la sua tattica gli permette di abilmente tutti questi rifornimento.

In questo momento – e fino a quando egli stesso vuole – Allegri è la scelta ideale per la Juventus. La cosa principale – di utilizzare i loro punti di forza.

A differenza di centinaia di città spagnole, Miranda de Ebro non ha il suo fascino unico fiume che divide la città vecchia e la nuova parte, e diverse chiese, che generosamente sono sparsi per la mappa del paese. Delle caratteristiche possono essere identificati a meno che la posizione geografica della città – il plesso di tre comunità autonome – Castiglia e Leon, la Rioja e dei Paesi baschi, che ha avuto un impatto diretto sull’economia e la cultura, e l’amore per i residenti locali a tutti i tipi di festival. Lasciate che i magneti con Miranda de Ebro e non ostentano su frigoriferi in tutto il mondo – soprattutto, che amano la loro città e sono in grado di trarre piacere da questa vita.

Li gradiscono e calcio, che con vari gradi di successo cerca di loro piacere «». Tutta la sua vita adulta «» condotto in quarta divisione, solo occasionalmente e per un po ‘ in B. un punto di Svolta per il club è diventato la stagione 2011/12, quando «» ha vinto la terza divisione e direttamente uscito in , che da allora non ha mai lasciato. Ma questo successo a Carlos e il suo reparto è sembrato abbastanza, e hanno creato una vera sensazione: la squadra di terza divisione ha raggiunto le semifinali di Coppa di Spagna! Nella griglia principale «» lasciato fuori torneo «il Villarreal», «Racing» e l’Espanyol.

Barcellona si è aggiudicato il confronto con le ultime rivelato particolarmente epico. Nella prima partita i ragazzi di «pozzo» – così chiamato B – cinque minuti prima del fischio finale hanno condotto con il punteggio di 2:0, ma sono riusciti alla fine a perdere – 2:3. Compagno di gioco in Miranda de Ebro volgeva al termine, e sul tabellone brillava deludenti 1:1. La parità è esattamente al 92 ° minuto – ultima tettoia in partita e testa leggera Cesar connessione wifi gratuita derivato «» in semifinale.

Resta inteso che la fine di questo racconto è proprio dietro l’angolo – nel mese di dicembre 2012 «» ha dato battaglia «Atletica» in patria, che ha ricevuto a noci su «San » – 8:3 per la somma. Nella stagione 2012/13 squadra standard in questi casi, il compito eseguito – 15 ° posto e la possibilità di continuare il discorso in segunda división. Ma la prossima è stato per i ragazzi con le rive dell’Ebro fatale – 19-posizione e il ritorno in terza divisione. Se non riesci a mantenere la residenza sportiva principio –sarà amministrativa: per i debiti e il mancato rispetto degli obblighi LFP ha deciso di escludere dal campionato «Murcia», che automaticamente ha lasciato in segunda división «».

pagina dell’autore: informazioni aziendali e anche la pagina opinioni sui casinò ma anche il nostro nuovo partner più